Tyssedal – Centrale idroelettrica

La centrale idroelettrica Tysso I, all’epoca una delle più grandi al mondo, fu costruita tra il 1906 e il 1918, nel bel mezzo di un paesaggio incontaminato su una riva del fiordo di Sør, per fornire l’energia elettrica alla fabbrica del carburo e della cianamide di proprietà dell’inglese Sun Gas Co, situata nella vicina Odda, sulla costa occidentale della Norvegia meridionale. Nell’autunno del 1980, una delle condotte forzate esplose e gli esami svolte sulle lamiere rivelarono che quattro delle cinque tubazioni erano ormai divenute pericolose da usare, a causa dell’usura operativa, per cui furono messe fuori servizio. Sostituirle non sarebbe stato conveniente da un punto di vista economico, di conseguenza, solo le unità 13 e 14 continuarono a funzionare e nel dicembre 1989 la produzione di energia fu interrotta.

L’obiettivo vuole raccontare l’imponenza industriale dell’edificio, cercando di interrogare natura ed architettura su chi tra loro sia protagonista. L’utilizzo del bianco e nero e del colore sposta inoltre il racconto tra il tempo in cui era in funzione e il tempo attuale, in cui l’architettura diventa evocativa.

BACK
Agosto 2019

Share

Privacy Settings
We use cookies to enhance your experience while using our website. If you are using our Services via a browser you can restrict, block or remove cookies through your web browser settings. We also use content and scripts from third parties that may use tracking technologies. You can selectively provide your consent below to allow such third party embeds. For complete information about the cookies we use, data we collect and how we process them, please check our Privacy Policy
Youtube
Consent to display content from Youtube
Vimeo
Consent to display content from Vimeo
Google Maps
Consent to display content from Google